Brescia vs Torino – Resoconto finale

Pubblicato: 29 febbraio 2012 in Mondo Ultras
Tag:, , ,

Resoconto di Brescia-Torino ripreso dalla pagina dei “Brescia1911”.

 

Brescia è la mia cittàPrima…
Mentre con “estrema fiducia” si aspettano lumi – e qualche cenno di vita – da parte della società riguardo al carnet dei biglietti (attuato nelle ultime giornate da un numero sempre maggiore di società calcistiche di serie A, B, e Lega Pro), al settore per gli ospiti non tesserati, e a tanti altri argomenti a noi cari, a Mompiano si gioca una delle partite più attese dell’anno, in altre parole Brescia vs Torino.
Una sfida – questa – diventata ormai un classico, soprattutto dopo i Play-off di qualche anno fa.
Una partita preceduta dalla visita della signora Maria, mamma di Vittorio Mero, presente a Brescia per rinsaldare il legame che la stringe a tutti i bresciani, senza distinzione. Il primo coro della partita è naturalmente per lei.
Il secondo invece è per Michele Arcari, non tanto – o non solo – per il record battuto, e neanche per il “semplice” fatto che da quando è rientrato la difesa ha riguadagnato quell’autostima dispersa – per vari motivi – subito dopo il folgorante inizio di stagione.
Michele si è guadagnato la nostra stima dopo tanto tempo passato a soffrire in panchina senza mai fare polemiche inutili e pericolose (un “must” ormai fra i campioni d’oggi), e questo nonostante i valori in campo molto spesso non fossero nemmeno lontanamente alla sua altezza.
Durante…
Nonostante l’orario, sono moltissimi i tifosi sulle gradinate del Rigamonti che, sebbene non sia esaurito nemmeno oggi, dà uno spettacolo meno desolante del solito.
Anche in Curva Nord c’è parecchia gente, meno che a inizio stagione, ma sempre più che nelle ultime partite. Pure lì spicca naturalmente il biancoblu, grazie ai molti palloncini e alle sciarpe innalzate all’ingresso dei nostri “eroi”.
La tribuna – come sempre – è quasi deserta.
Pochi i tifosi del Toro presenti.
Chiaramente non vi sono gruppi Ultras nel settore tesserato, almeno ufficialmente; questo perché la maggioranza dei granata ha ripudiato la tessera, proprio come noi.
Fin dall’inizio infatti l’hanno combattuta in maniera esplicita e singolare, probabilmente come pochi altri in Italia (onore a loro).
Questo dimostra per l’ennesima volta le nostre tesi: di fronte a certi ricatti istituzionali, è doveroso reagire per non farsi schiacciare definitivamente, a costo di rinunciare a trasferte, abbonamenti, striscioni e coreografie.
Non siamo gli unici ad avere intrapreso questa strada (anzi!), sebbene qualcuno voglia far credere il contrario.
E lo ripeteremo fino alla nausea, naturalmente con la massima umiltà e senza la presunzione di volere insegnare qualcosa a chicchessia: la dignità, come del resto la libertà, per noi non hanno prezzo. Per questo continueremo a combattere!, col sostegno di molti e negli interessi di tutti.
Ma allontaniamoci dalle facili polemiche, e torniamo a noi.
Diversamente dalle prime partite, oggi non ci sono problemi per chi ha l’abbonamento di Curva (per questo concetto leggi il resoconto precedente fatto per Brescia vs Modena) e ha deciso di venire con noi in gradinata bassa. Questo facilita la nostra presenza, sicuramente migliore delle precedenti.
Visti da fuori, i colori del nostro spicchio sono una botta d’entusiasmo e una carica per tutti.
Non vogliamo autocelebrarci ma, detto fra noi, ci esaltiamo parecchio.
E con noi i ragazzi in campo che, soprattutto nel secondo tempo, sfoderano una delle migliori prestazioni del campionato, nonostante abbiano di fronte una delle squadre più forti della serie B.
Come sempre, lasciamo agli altri il giudizio finale, ma il fatto che – dal nostro settore – i cori della Curva non si siano sentiti per quasi tutta la partita, è per noi un segnale importante e incoraggiante (significa cioè che abbiamo cantato a buon livello, altrimenti gli altri cori ci sarebbero arrivati con più facilità, cosa del resto naturale – considerata la realtà – e di fatto accaduta nelle scorse partite).
Dopo…
Alla fine, uno splendido corteo lambisce i margini del settore ospiti e tira matto gli sbirri (in affanno nel seguirci e nel capire cosa stesse realmente accadendo), concludendo una giornata sicuramente da ricordare.
Ora non ci resta che augurarci di veder crescere l’entusiasmo di pari passo con le nostre motivazioni e – in particolare – le nostre ragioni.
Prossimamente…
Per la cronaca, sono ancora sette le partite casalinghe da qui alla fine del campionato.
Lo diciamo ai ragazzi del gruppo, ai potenziali nuovi “acquisti”, ai curiosi, ai semplici partecipanti e soprattutto lo ricordiamo alla società.
Vista la partecipazione di oggi e la prestazione della squadra infatti, ci auguriamo che il Brescia Calcio colga – una volta tanto – questi importanti segnali nell’interesse esclusivo della Leonessa.
Come abbiamo sempre detto, dopo la campagna abbonamenti a prezzi bassissimi d’inizio stagione, bisogna guardare ora a chi l’abbonamento non l’ha fatto (naturalmente per svariate ragioni, la principale delle quali è proprio legata alla tessera del tifoso); cioè alla maggior parte dei tifosi biancoblu.
Infatti, molti di coloro venuti quest’anno a Mompiano saltuariamente, potrebbero ritornare in massa, solo però se le condizioni fossero quelle ideali (basterebbe una sorta di mini-abbonamento per le restanti partite, slegato ovviamente dalla tessera del tifoso e dal codice etico ad essa connesso).
Quindi…

[Fonte: Ultras Brescia 1911 Ex-Curva Nord]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...