Cavalluccio, si muovono anche i tifosi

Pubblicato: 2 marzo 2012 in Mondo Ultras
Tag:, ,

Inizia il mese di marzo e si avvicina il termine perentorio di 15 giorni dal 20 febbraio indicato nella raccomandata inviata dal curatore fallimentare della Salernitana Calcio all’Energy Power affinchè quest’ultima dia una risposta alla sua richiesta di trasferire a titolo definitivo i segni distintivi della squadra della città di Salerno in favore della curatela stessa e le modalità con cui operare la cessione.

 

Corteo salernitanoE’ previsto a stretto giro di posta (oggi o al massimo lunedì) un incontro tra i legali che curano gli interessi della società con sede a Vallo della Lucania, Lenza e D’Aiuto, chiamati a fare il punto della situazione ed a fornire una risposta. In un senso o nell’altro.

La sensazione, considerati determinati profili giuridici non irrilevanti ancora in piedi, è che difficilmente la EP cederà a titolo definitivo alla curatela della Salernitana Calcio i beni acquistati all’asta e, probabilmente, anche per questo i rapporti tra la stessa e la curatela della vecchia Salernitana Sport rischiano di inasprirsi.

Le due curatele stavano cercando il modo di chiudere in via extragiudiziale la partita relativa alla sentenza del Tribunale di Napoli riguardante l’uso indebito di marchio e denominazione da parte della Salernitana Calcio (l’appello è stato presentato dall’avvocato Bottero, ma i tempi della discussione della causa potrebbero essere “biblici”).

E anche qui difficilmente un accordo (economico e legale) potrà essere trovato. Soprattutto se il dottor Ivone non riuscirà ad entrare in possesso dei beni immateriali, come pure aveva intenzione di fare. Più che ad una cessione a titolo definitivo, la EP starebbe ancora valutando una soluzione transitoria (fitto, comodato o altro) tutta da precisare.

Una soluzione che difficilmente potrebbe interessare alla curatela o al Salerno Calcio. Al di là delle speranze, delle speculazioni e delle chiacchiere, insomma, il timore è che per rivedere l’amato cavalluccio cucito in petto alla squadra cittadina, dovrà passare ancora del tempo. Quanto? Difficile dirlo.

Quanto sono disposti ad aspettare i tifosi? Non tanto. Questo è certo. E proprio per questo motivo ieri una delegazione di tifosi e vecchi ultras, col supporto di un legale, ha incontrato l’avvocato Lenza, per discutere della possibilità di acquistare i beni immateriali, attraverso una cooperativa o un azionariato popolare, per restituirli alla città (magari con l’aiuto di uno o più istituti di credito), ma anche qui siamo soltanto alla fase embrionale del discorso.

[Fonte: Salerno Notizie]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...