Addio tessera del tifoso: «Diventerà fidelity-card»

Pubblicato: 13 marzo 2012 in Mondo Ultras
Tag:, , , , ,

“Il titolo è abbastanza roboante ma l’articolo è poca roba. La domanda che io mi pongo però è questa: Dove sta la fregatura?”. Così ci viene segnalata la notizia da un nostro lettore e potremmo estendere il dibattito su quello che è a pieno diritto il tema del giorno.

Di fatto, l’abbiamo già letto stamane attraverso l’analisi di Lorenzo Contucci, sostanzialmente non basta un cambio di nome per mutarne la sostanza, che resta ancora repressiva e di controllo, checché ne dica Valentini o Maroni in preda a crisi isteriche.
Ad oggi, l’ostacolo più grande resta l’articolo 9 ed anche se un domani questo legaccio anti-costituzionale dovesse decadere, la reazione del movimento è tutta da verificare: per quanto sempre nello stesso articolo, Lorenzo giustamente si auspicava che di fronte ad una tale “vittoria” non ci si avviti poi su posizioni pregiudiziali e a fare gli schizzinosi, però è pur vero che un’ala dura e pura nel movimento c’è e probabilmente la sola esistenza/sussistenza della tessera basterà a non farli recedere di un passo. Per questi e per tutti, l’utopia sarebbe scindere definitivamente la tessera sia dagli abbonamenti che dalle trasferte, nella realtà sarà invece difficile arrivare a tanto e se da un lato ci sarà sicuramente chi, con estrema ortodossia, riterrà più opportuno sputare sull’eventuale piccola grande vittoria (a seconda dei punti di vista) dell’abrogazione dell’art.9, verosimilmente c’è da aspettarsi che una più larga fetta di movimento, snervata dalla lunga battaglia e dalla perdurante quanto obbligata assenza in trasferta, arrivi ad accettare il compromesso con la fidelity card pur di poter tornare ad esprimere la propria identità repressa. Certo questo aprirebbe a sua volta una lunga considerazione ed altrettante diatribe su quanto ciò sia opportuno o coerente, ma ogni cosa a suo tempo.

Tifosi napoletaniROMA – Addio alla tessera del tifoso, “che ha dato grandi risultati” sottolineano al Viminale, nel calcio italiano dall’anno prossimo arriva una vera e propria fidelity card. “Sarà – spiega Valentini, Dg della Figc – meno di controllo e più legata alla responsabilità dei tifosi e dei club, con procedure snellite e molti servizi per chi se ne dota“.

LA TESSERA – “La tessera del tifoso ha dato risultati straordinari – commenta il vicecapo dell’ Osservatorio sulle manifestazioni sportive, Roberto Massucci – e continuerà ad essere necessaria per andare in trasferta. Ora però spetterà ai club valorizzare la funzione di fidelity card con sconti, agevolazioni e tutto ciò che riterranno necessario per aumentare il senso di appartenenza“. In questo senso già va il permesso concesso alla Roma per il carnet di biglietti a prezzo scontato per il possessore di tessera che si fa garante per i suoi amici (e ottiene uno sconto sul prezzo d’acquisto). Ma le procedure per la futura “fidelity card” verranno di molto snellite, come conferma la Figc. “Dopo due anni di grandi risultati – aggiunge Antonello Valentini – l’Osservatorio sulle manifestazioni sportive si è reso conto che si poteva dare fiducia alle tifoserie che hanno dimostrato di meritarselo, per fare appello al senso di responsabilità degli appassionati in maniera sana. Tra l’altro, si supera così l’effetto ingiustamente negativo del messaggio passato all’avvio dell’iniziativa: ovvero di un meccanismo di operazione di polizia. Non erano queste le intenzioni del Viminale, ma cosi vennero recepite da molti. Dopo avere lavorato a lungo con il capo della polizia, Manganelli, abbiamo il riscontro dell’osservatorio sulle manifestazioni sportive: l’evoluzione ci porta verso un modello simile alla card “vivo azzurro” per i tifosi della nazionale. Occorre responsabilizzare e fidelizzare i tifosi, magari incentivando il senso di appartenenza“.

MANGANELLI – “La tessera del tifoso manterrà inalterate le sue caratteristiche fondamentali già evidenziatesi negli ultimi due campionati, a cominciare dalla necessità del suo possesso per le trasferte e gli abbonamenti, sia per questo che per il prossimo campionato di calcio“. Lo afferma il Capo della Polizia, Antonio Manganelli.

[Fonte: Corriere dello Sport]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...