Brasile, stadi di sangue: 155 vittime in 24 anni

Pubblicato: 5 aprile 2012 in Mondo Ultras
Tag:, , , , ,

Dall’inizio dell’anno 11 morti, 31 nel 2011.

 

I lavori allo stadio MaracanàIl Brasile guarda ai mondiali di calcio del 2014, ma farebbe meglio a pensare alla sicurezza dei suoi stadi. Dal 1988, negli ultimi 24 anni, sono morte 155 persone dentro gli impianti, con una media che supera le sei vittime all’anno. La violenza negli stadi del Paese sudamericano è un autentico problema, e lo confermano i numeri pubblicati dal quotidiano sportivo Lance.
SEI VITTIME ALL’ANNO. Dal futebol bailado alle arene di sangue. I dati che riguardano il Brasile superano quelli degli stadi inglesi nell’era degli hooligans. Dalla morte di Cleo Sostenes, tifoso del Palmeiras, membro del gruppo ultrà ‘Mancha Verde’, ucciso il 17 ottobre del 1988 presumibilmente da tifosi del Corinthians, la violenza non si è più arrestata. Tutte le regioni del Paese sono finite nel turbine del sangue e degli scontri tra tifoseria diverse, tra tifosi e polizia, spesso con pesanti bilanci in termini di morti e feriti.
NUMERI IN ASCESA. Il problema è più che mai vivo, e tra domenica 25 marzo e domenica primo aprie sono morte tre persone, due sostenitori del Palmeiras, uccisi a colpi di arma da fuoco da rivali del Corinthians, che volevano vendicare uno di loro, ucciso e gettato nel fiume Tieté l’anno prima, ed uno del Goias, il 23enne Diego Rodrigo Costa de Jesus, assassinato con una pistola in occasione del derby della città di Goiania contro il Vila Nova.
Il 2011 è stato l’anno con il bilancio peggiore: 31 le vittime degli scontri, contro le 21 registrate nel 2010 e nel 2011. Numeri che mettono in evidenza un aumento della violenza e che rischiano di alzare notevolmente la media di sei morti all’anno. Nei primi tre mesi del 2012 si sono registrate già 11 morti. Il mondiale chiama, ma il Brasile rischia di non essere pronto, e non certo perché manchino gli impianti e le infrastrutture.

[Fonte: Lettera 43]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...