La festa Scudetto dei tifosi Juventini costerà circa 50 mila euro al Cagliari!
Secondo una prima stima fatta dal Comune di Trieste, i danni rilevati all’impianto causati dai tifosi bianconeri ammontano a circa 50 mila euro. Sarà il Cagliari a pagarE le spese.

“E io pago!”, avrà pensato quest’oggi Massimo Cellino, ricordando una vecchia battuta del mitico Totò. Ma battute a parte, il patron del Cagliari dovrà davvero tirare fuori soldi di tasca propria per pagare i danni che i tifosi della Juventus hanno causato allo stadio Nereo Rocco nel corso dei festeggiamenti di ieri sera per la vittoria dello Scudetto.

A rivelarlo è Emiliano Edera, assessore comunale allo Sport di Trieste, che proprio oggi ha fatto il punto sui danni provocati ieri sera allo stadio di Trieste: “Il Cagliari aveva stipulato una polizza fideiussoria su richiesta del Comune di Trieste, proprio per tutelarsi di fronte al rischio di inconvenienti del genere. A pagare i danni sarà la società sarda” ha aggiunto Edera.

Secondo un primo calcolo, sono stati rotti una ventina di seggiolini, diversi pannelli divisori in plexiglas e una rete di protezione. Inoltre, sarebbero state asportate – a mò di “souvenir” scudetto – le bandierine dei calci d’angolo, la rete della porta difesa da Buffon nel secondo tempo e l’intera panchina che ospitava i giocatori bianconeri.

I tecnici del Comune comunicheranno nel più breve tempo possibile stima economica più precisa dei danni, ma secondo indiscrezioni la cifra che dovrà sborsare Cellino potrebbero superare di poco i 50mila euro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...