Posts contrassegnato dai tag ‘autorità giudiziaria’

I tifosi della Lucchese impovvisano un corteo, cantano slogan e lanciano fumogeni alla notte bianca: cinque denunce.

PoliziaNota stonata nelle notte bianca lucchese oltre alla pioggia che ha interrotto prima del tempo la manifestazione. Sono infatti state segnalati all’Autorità giudiziaria dalla Digos di Lucca cinque tifosi della lucchese, S.M., A.P., D.F, A.S, e un quinto ancora in via di identificazione, rispettivamente di 49, 33, 43 e 48 anni, che secondo la Questura avrebbero causato pericolo e disagio alla folla che per l’occasione aveva invaso il centro storico.

Gli episodi incriminati si sarebbero verificati a margine della presentazione in Piazza Anfiteatro della rosa della FC Lucchese 1905 che a breve andrà a disputare il Campionato Nazionale Dilettanti. Dei tanti tifosi accorsi per l’occasione, una cinquantina hanno improvvisato un corteo per le vie del centro, scandendo slogan e accendendo numerosi fumogeni. quello che per loro era un tipico modo di fare folklore da stadio avrebbe però disturbato e creato pericoli per le altre persone presenti. E’ partita quindi un’indagine che ha consentito alla Digos di individuare i responsabili: l’accusa è per tutti quella di aver violato le norme del Testo unico di pubblica sicurezza sia per aver organizzato e guidato un corteo che non era stato autorizzato, sia per aver acceso le torce.

[Fonte: Lo Schermo]

Annunci

Era il maggio del 2009, con il Parma ormai avviato al ritorno in serie A. Ma quel pomeriggio di primavera e di calcio si trasformò in tragedia, per il tragico volo, da circa 10 metri d’altezza, di uno dei tifosi venuti al Tardini al seguito del Vicenza.

 

 

Eugenio BortolonEugenio Bortolon, 19 anni, perse la vita forse per un’imprudenza, forse per fatalità.

Ma anche (secondo questa ricostruzione dell’autorità giudiziaria) a causa di alcune lacune dell’impianto cittadino. In particolare, l’altezza delle ringhiere sugli spalti: 13 centimetri in meno, giudicati una causa (o quanto meno una concausa) di quella tragedia,.

La pm Paola Dal Monte ha ora formalizzato igli avvisi di fine indagini per i 13 indagati: fra loro, per le varie responsabilità che legano allo stadio Parma calcio e comune, ci sono il presidente Ghirardi, il delegato alla sicurezza Perrone, e due membri della passata giunta: il vicesindaco Buzzi e l’assessore Aiello.

La famiglia del giovane intende costituirsi, se il processo ci sarà, parte civile.

Maggiori particolari nel Tg Parma delle 12,45 (clicca qui per seguire in diretta) e sulla Gazzetta di Parma in edicola sabato 4.

LA TRAGEDIA – archivio gazzettadiparma.it
[Fonte: Gazzetta di Parma]