Posts contrassegnato dai tag ‘rimini’

La società sta pensando di chiedere un sostegno economico ai tifosi per affrontare gli oneri del prossimo campionato. In cambio, possibilità di partecipare, con diritto di voto alla vita del club

IL CITTÀ di Pontedera chiama, Pontedera città rispondi. Nella prospettiva di affrontare un campionato finanziariamente oneroso come si annuncia quello della prossima Lega Pro (sia che si tratti di una categoria unica sia che si tratti di due categorie, perché in questo caso c’è il forte rischio di fare come il Gavorrano e finire nel girone Sud) la società granata sta pensando di chiedere anche il sostegno economico dei tifosi. Ma non sarebbe un contributo… a fondo perduto, poiché viene offerta come contropartita la partecipazione alla vita del club, con diritto di voto. Non si tratta insomma diun azionariato popolare, bensì la possibilità di costituire un Comitato di tifosi, sul modello di quello nato di recente a Pisa solo per prendere un esempio vicino (ma di analoghi ce ne sono a Mantova e Rimini). Un comitato costituito in maniera ufficiale con tanto di statuto, sede,presidente, cassiere, che riesca a mettere insieme almeno una quota pari a quella versata da ogni singolo socio. In questo modo il Comitato dei tifosi avrebbe la possibilità di partecipare come detto alla vita gestionale del club granata facendo sedere un suo rappresentante al tavolo delle riunioni dirigenziali e avendo diritto di voto il cui potere sarebbe pari a quello degli altri soci.
TUTTO questo avrebbe valenza annuale e l’impegno dei tifosi sarebbe ovviamente rinnovabile ogni dodici mesi. Il Comitato sarebbe esentato da ogni eventuale responsabilità sia civile sia economica che rimarrebbe a carico dei soci effettivi del Città di Pontedera. «Abbiamo bisogno che la città ci stia vicina — dicono dalla sede granata—e poiché sappiamo che il prossimo campionato molto probabilmente non potrà regalarci le grandi soddisfazioni di quest’anno, abbiamo bisogno di stare tutti uniti. Per questo invitiamo i tifosi a contattarci, in modo da poter spiegare meglio e nei particolari quello che intendiamo fare. Dopo un rappresentante del comune nel consiglio di amministrazione (l’assessore allo sport Matteo Franconi, ndr), riuscire ad averne uno dei tifosi alle nostre riunioni sarebbe un’altra grande soddisfazione».
Stefano Lemmi

da La Nazione edizione Pisa

Annunci

Ancona, 2 febbraio 2012 – Adesso è ufficiale. I tifosi biancorossi potranno tornare a sostenere l’Ancona anche lontano dal Conero. E lo faranno da domenica 12 febbraio, quando a Jesi è in programma il derby con i leoncelli.

Tifosi dell'AnconaL’Osservatorio ha infatti accolto la richiesta della società di riammettere i propri tifosi al seguito della squadra, «prendendo atto dell’impegno dei dirigenti del club, di garantire, con specifiche misure organizzative, le trasferte in sicurezza dei propri tifosi».

Quello con la Jesina sarà dunque un test importante per la tifoseria dorica che in questa stagione ha già dovuto saltare diverse trasferte. Il divieto durava dallo scorso nove ottobre dopo gli scontri con la polizia durante il match al Neri contro il Real Rimini. Le ripercussioni furono pesanti, con lo stop per i tifosi biancorossi fino a fine gennaio. Limite dunque rispettato dall’Osservatorio. La buona notizia non arriva solo per i tifosi, ma anche per la squadra che così potrà sfruttare la vicinanza dei propri sostenitori nelle gare lontano dal Conero che mancano alla fine del campionato.

[Fonte: Il Resto del Carlino]

Cosa c’entra il Borgo a Buggiano con il Cesena? Fortunatamente niente, se non che oggi pomeriggio la simpatica squadra toscana era impegnata in campionato al Romeo Neri di Rimini.

 

Curva Mare CesenaCosì alcuni sportivi riminesi hanno comprensibilmente preferito venire a vedere la serie A al Dino Manuzzi e hanno scelto la curva Ferrovia per mischiarsi al centinaio di tifosi del Novara con cui sono gemellati. Un gemellaggio che tre anni fa aveva fatto considerare “a rischio” la gara tra Cesena e Novara, vietando la trasferta prima ai tifosi azzurri al Manuzzi e poi al ritorno a quelli bianconeri al Piola. Quest’anno invece non ci sono stati divieti per i sostenitori del Novara in possesso della tessera del tifoso, sistemati nel settore superiore della curva ospite dove per un attimo sono comparse anche un paio di bandierine a scacchi biancorossi.
In curva Mare faceva invece bella mostra lo striscione bianconero “Novara”, quello dello storico gruppo di tifosi cesenati della città piemontese attivo sin dagli anni ’70.

[Fonte: Tutto Cesena]